Di ritorno da Lucca 23/5/2010

Di ritorno da Lucca 23/5/2010

Le premesse erano buone: giornata di sole, alla partenza siamo un bel gruppetto di 8 vespisti allegri, compreso un “vecchio” chiassoso e caciarone. Il ritrovo e’ sulle mura di Lucca, posto bello e curioso, viali alberati che si sviluppano sulla sommita’ delle antiche mura che cingono la citta, anche il bar e’ un bel posto accogliente. I vespisti affluiscono in continuazione (si sapra’ poi che sono state ben 400 le iscrizioni e 300 i partecipanti al pranzo). Approfittiamo anche per fare un giro culturale a piedi (purtroppo brevissimo) per il centro citta’. Si parte e i primi chilometri sono appunto lungo i viali sulle mura, un punto di vista strano della citta’, siamo forse troppo invadenti perche’ si tratta di viali pedonali ma cerchiamo di dare poco fastidio. Poi si esce dalla citta’ e si va in collina, le zone sono piacevoli e le staffette sono veloci e precise, e’ un bel girare. Sosta a Porcari in piazza del comune dove c’e’ la musica e anche uno speaker che annuncia il nostro arrivo e fa delle interviste per animare la piazza. L’aperitivo e’ purtroppo una brutta esperienza: molte persone dovevano ancora avere da bere e mangiare e gia’ era finito tutto, TUTTO, compresi i bicchieri. Le ragazze che servivano riuscivano solo a stringersi nelle spalle e allargare le braccia. Prima di ripartire per il ristorante l’altoparlante ci ricorda PIU’ VOLTE che il pranzo lo avra’ solo chi ha pagato, pero’ l’aperitivo tanta gente che HA PAGATO non lo ha avuto.  Il ristorante poi e’ un circolo di paese che ci offre un menu della domenica di un circolo di paese. L’iscrizione era 30 euro, un po’ esagerata visto quello che il raduno ha offerto. Durante il ritorno qualcuno propone di fare un giro piu’ lungo per tornare a casa facendo un po’ di curve, ma appena detto comincia a piovere e allora via veloci verso Prato. Insomma la sensazione e’ che durante il giorno si sia andati via via degradando. Ma come detto eravamo un bel gruppetto e l’allegria non e’ mai mancata. In ultimo un complimento al “capogruppo” di oggi: Francesco “Bombolone”, il piu’ giovane della brigata che, in strada si e’ dimostrato sempre attento agli altri e durante le soste un valido “P.R.”.

Ugo

P.S. Le foto sono in arrivo

adminWP

I commenti sono chiusi